Webinar in diretta: LA DISINFORMAZIONE COME ARMA DEI MOVIMENTI ESTREMISTI ED EVERSIVI ITALIANI

Webinar in diretta  

LA DISINFORMAZIONE COME ARMA DEI MOVIMENTI ESTREMISTI ED

EVERSIVI ITALIANI:

UNA MINACCIA ALLA SICUREZZA NAZIONALE

Link per rivedere il webinar:

https://www.youtube.com/watch?v=RPX-VKo5fX0

Il seminario online “La disinformazione come arma dei movimenti estremisti ed eversivi italiani: una minaccia alla sicurezza nazionale“, promosso dall’Istituto Gino Germani di Scienze Sociali e Studi Strategici, si è svolto  l’8 giugno 2022.

 

Il convegno ha rappresentato un evento introduttivo al corso di alta formazione online “Attacco alla mente: strategie e tecniche di disinformazione e guerra cognitiva. Una nuova sfida per l’intelligence italiana ”, che si svolge nell’ambito della Scuola di Formazione in Intelligence e Analisi Strategica dell’Istituto Germani.

PROGRAMMA DEL SEMINARIO ONLINE

 

Relazioni:

 

      Eugenio Spina (Dirigente Superiore della Polizia di Stato, Responsabile del Servizio per il Contrasto all’Estremismo e al Terrorismo Interno,  Direzione Centrale della Polizia di Prevenzione).

 

Marco Cannavicci (Ufficiale Medico Psichiatra, esperto in tecniche Humint e sicurezza).

 

Marco Lombardi (Professore ordinario di Sociologiaall’Università Cattolica del Sacro Cuore, e coordinatore di ITSTIME – Italian Team for Security, Terroristic Issues).

 

      Alfredo Vinella(Amministratore Unico, Scenarya).

 

Moderatore: Luigi Sergio Germani (Direttore,Istituto Gino Germani di Scienze Sociali e Studi Strategici)

Lo sviluppo di internet e dei social media ha determinato un crescente potenziamento degli strumenti di manipolazione di massa, tramite la disinformazione e la propaganda, a disposizione di movimenti politici estremisti ed eversivi presenti nelle democrazie occidentali.  Negli ultimi anni le agenzie di intelligence e sicurezza europee e statunitensi hanno registrato un sempre più marcato collegamento tra la diffusione della disinformazione sul web e la crescita della minaccia dell’estremismo politico interno.

La minaccia terroristica ed eversiva di estrema destra da diversi anni suscita crescente preoccupazione tra gli analisti d’intelligence di molti paesi occidentali, tra cui l’Italia.  Le aggregazioni della destra radicale in Europa e negli USA dimostrano un notevole attivismo nella propaganda online tesa ad alimentare l’estremismo violento e a favorire la radicalizzazione di individui e gruppi vulnerabili, specie nel mondo giovanile, sfruttando il disagio socio-economico e le percezioni di paura e incertezza sempre più diffuse nellapopolazione. A tale scopo questi movimenti propagano sistematicamente svariate teorie del complotto – spesso incentrate sulle cosiddette “élite globaliste segrete” – oltre che narrazioni razziste, xenofobe e antisemite.

Dopo lo scoppio della pandemia da Sars-CoV-2 la destra radicale in diversi paesi intensifica le campagne di disinformazione per tentare di esacerbare la conflittualità sociale e incoraggiare comportamenti violenti tramite una strategia di infiltrazione nei movimenti di protesta contro i provvedimenti anti-Covid. Oggi invece la guerra in Ucraina rappresenta uno dei temi-chiave della disinformazione diffusa dall’estrema destra sia in Europa che negli USA.

Il webinar fornisce una introduzione all’uso della disinformazione come arma di destabilizzazione di cui si avvalgono i movimenti estremisti ed eversivi italiani di diversa matrice (anarco-insurrezionalista, marxista-leninista, antagonista, rosso-bruna, e di estrema destra), con particolare riferimento alle campagne di disinformazione attualmente condotte dalla destra radicale neo-fascista e neo-nazista.

Commenti chiusi