CORSO DI ALTA FORMAZIONE ONLINE “ATTACCO ALLA MENTE: STRATEGIE E TECNICHE DI DISINFORMAZIONE E GUERRA COGNITIVA”

Sono aperte le iscrizioni al Corso di Alta Formazione Online :

“Attacco alla mente: strategie e tecniche di disinformazione e guerra cognitiva. Una nuova sfida all’intelligence italiana”.

 

SCARICA IL PROGRAMMA DETTAGLIATO DEL CORSO

SCARICA IL MODULO D’ISCRIZIONE O ISCRIVITI ONLINE

 

Nell’ambito della sua Scuola di Formazione in Intelligence e Analisi Strategica, l’Istituto Gino Germani di Scienze Sociali e Studi Strategici organizza il corso online di alta formazione sul tema” “Attacco alla mente: strategie e tecniche di disinformazione e guerra cognitiva. Una nuova sfida per l’intelligence italiana”, con Stroncature come media partner.

 

Il corso è composto da 21 video-lezioni (17 in italiano e 4 in inglese), fruibili h24 dagli iscritti.  Esso comprende anche slides appositamente create dai docenti, e un archivio di documentazione.

 

Al termine del corso i partecipanti riceveranno un Attestato di Partecipazione. Gli iscritti che desidereranno ricevere anche un secondo Attestato con valutazione finale potranno consegnare un breve elaborato di analisi su un tema da concordare con la segreteria dell’Istituto.

 

OBIETTIVI DIDATTICI

Il corso di alta formazione online“Attacco alla mente:  strategie e tecniche di disinformazione e guerra cognitiva. Una nuova sfida per l’intelligence italiana”:

  • Consentirà ai partecipanti di acquisire una più profonda conoscenza e consapevolezza del fenomeno della guerra cognitiva, condotta da Stati e attori non-statali, e delle minacce che da essa derivano per la sicurezza nazionale italiana.
  • Fornirà le chiavi di lettura per comprendere le strategie e le tecniche di disinformazione e guerra cognitiva di cui oggi si avvalgono Stati autocratici e movimenti terroristici ed eversivi per tentare di destabilizzare le società democratiche dall’interno, minando la loro coesione e screditando e delegittimando le loro istituzioni politiche.
  • Approfondirà il crescente ruolo che i servizi d’intelligence e sicurezza nazionali dovranno assumere nelle attività di contrasto alla disinformazione e alle campagne cognitive avversarie.
  • Fornirà agli iscritti indicazioni sulle contromisure da adottare per difendersi dalla disinformazione e dalla manipolazione tramite il pensiero critico e tecniche di analisi d’intelligence.
  • Proporrà le linee-guida di una possibile strategia di difesa del sistema-paese nei confronti di campagne cognitive ostili, promosse da Stati esteri o attori non-statali, tese a influenzare l’opinione pubblica o i decisori politici nazionali.

 

PROGRAMMA DEL CORSO

 

Il corso comprende 21 video-lezioni, svolte da autorevoli esperti italiani e stranieri, fruibili h24 dagli iscritti per 24 mesi dalla data d’iscrizione. Ogni singola video-lezione potrà essere visualizzata dagli iscritti per un numero illimitato di volte. Durante la visione della lezione sarà possibile gestire il filmato in piena autonomia, quindi sia tornare indietro sia fermare la video lezione in qualsiasi momento.

 

Introduzione al corso. Disinformazione e manipolazione delle percezioni: Evoluzione della minaccia alla sicurezza nazionale e all’ordine democratico.

Luigi Sergio Germani, Direttore dell’Istituto Gino Germani di Scienze Sociali e Studi Strategici e responsabile scientifico del corso.

 

I Lezione. Introduzione alla guerra cognitiva: meccanismi psicologici, nuovi strumenti di manipolazione e applicazioni delle neuroscienze.

Marco Cannavicci, ufficiale medico psichiatra, esperto in tecniche Humint e sicurezza.

 

II Lezione. Sviluppi nelle neuroscienze e nelle neurotecnologie: nuove frontiere della cognitive warfare.

Massimo Amorosi, esperto di non-proliferazione CBRN e bio-sicurezza, già consulente per il MAECI.

 

III Lezione. Dalla disinformazione alla guerra cognitiva: casi-studio e scenari futuri.

Giovanni Ramunno, Generale dell’Esercito e giornalista, già consigliere militare per la comunicazione del Presidente del Comitato Militare dell’Unione Europea.

 

IV Lezione. Il ruolo dei Servizi d’intelligence nelle operazioni di deception strategica.

Massimo Bontempi, Prefetto, già Direttore Centrale dell’Immigrazione e della Polizia delle Frontiere.

 

V Lezione. Analisi d’intelligence, deception e counterdeception: le Agenzie d’intelligence nel mirino della disinformazione.

Giulia Catracchia, Ricercatrice in intelligence e politiche di sicurezza.

 

VI Lezione. Breve storia e teoria della intelligence deception e counterdeception. (in inglese)

Julian Richards, Direttore del Center for Security and Intelligence Studies, University of Buckingham, già funzionario dei Servizi d’intelligence britannici

 

VII Lezione.  Ripensare la intelligence deception nel mondo cyber. (in inglese)

Julian Richards, Direttore del Center for Security and Intelligence Studies, University of Buckingham, già funzionario dei Servizi d’intelligence britannici.

 

VIII Lezione. La disinformazione come strumento di guerra economica. Il ruolo dei servizi d’ intelligence nella contro-disinformazione economico-finanziaria.

Paolo Costantini, Generale della Guardia di Finanza, già funzionario dei servizi di intelligence italiani, CEO Rotas Consulting – A Legal Intelligence Firm.

 

IX Lezione. Social media, echo-chambers, e operazioni di destabilizzazione delle democrazie.

Antonio Scala, Istituto dei Sistemi Complessi, Consiglio Nazionale delle Ricerche, Roma.

 

X Lezione. I social media come tecnologie di manipolazione.

Alfredo Vinella, Fondatore, Scenarya.

 

XI Lezione. Tattiche e tecniche di disinformazione e manipolazione nel cyberspazio.

Michele Colajanni, Professore presso il Dipartimento di Informatica, Scienza e Ingegneria, Università di Bologna.

 

XII Lezione.  Comunicazione di crisi e contrasto alle campagne di disinformazione.

Ferruccio Di Paolo, Esperto civile della NATO per la comunicazione di crisi, Componente del Gruppo di studio, ricerca e formazione per la comunicazione di crisi del Dipartimento dei Vigili del Fuoco, del Soccorso Pubblico e della Difesa Civile.

 

XIII  Lezione. Obiettivi e metodi della disinformazione in campo geopolitico: casi-studio della dezinformacija di Mosca e ruolo dei Servizi d’intelligence russi. (in inglese)

Kevin Riehle, Professore alla University of Mississippi, Center for Intelligence and Security Studies, già analista di counterintelligence del governo degli Stati Uniti.

 

XIV Lezione. La strategia russa di disinformazione e guerra cognitiva in Europa e in Italia: obiettivi, strumenti operativi e narrazioni ricorrenti.

Luigi Sergio Germani, Direttore, Istituto Gino Germani di Scienze Sociali e Studi Strategici, Roma.

 

XV Lezione. Le campagne cognitive del Cremlino: metodologie e tecniche di disinformazione e manipolazione.

Massimiliano Di Pasquale, Ricercatore e responsabile dell’Osservatorio Ucraina, Istituto Gino Germani.

 

XVI Lezione. Guerra cognitiva e disinformazione: le strategie di Cina, Iran e organizzazioni jihadiste.

François Géré, Presidente dell’Institut Français d’Analyse Stratégique, Parigi.

 

XVII Lezione. Analisi delle operazioni cinesi di disinformazione e influenza occulta in Occidente. (in inglese)

Nicholas Eftimiades, Professore alla Penn State University Harrisburg, già senior intelligence officer della Defense Intelligence Agency e technical operations officer della CIA.

 

XVIII Lezione. L’influenza di Pechino sui media italiani e la manipolazione del dibattito pubblico in Italia.

Giulia Pompili, Esperta di Cina ed Estremo Oriente, Il Foglio.

 

XIX Lezione. Strategia e tecniche di disinformazione e guerra cognitiva dei movimenti jihadisti.

Federico Borgonovo, Ricercatore, ITSTIMEItalian Team for Security, Terroristic Issues & Managing Emergencies, Università Cattolica del Sacro Cuore.

 

XX Lezione. Strategia e tecniche di disinformazione e guerra cognitiva dei movimenti di estrema destra.

Marco Zaliani, Ricercatore, ITSTIMEItalian Team for Security, Terroristic Issues & Managing Emergencies, Università Cattolica del Sacro Cuore.

 

 

ARCHIVIO BIBLIOGRAFICO E DI DOCUMENTAZIONE

 

Gli iscritti avranno accesso a un archivio bibliografico e di documentazione, che papers analitici, articoli e studi sui temi approfonditi durante il corso.  L’archivio potrà essere aggiornato e ampliato nel corso del periodo di iscrizione.

 

DIPLOMA

 

Dopo la conclusione del corso, quando il partecipante ha visualizzato tutte le video-lezioni, verrà rilasciato un diploma, che verrà inviato  dalla segreteria dell’Istituto (fondazionegermani@gmail.com) su richiesta dell’iscritto.

 

 

VALUTAZIONE FINALE

 

Gli iscritti che desidereranno ricevere un secondo Attestato con una  valutazione finale potranno consegnare un breve elaborato su un tema da concordare con la Segreteria dell’Istituto.

 

L’Attestato di valutazione finale potrà essere presentato dall’iscritto all’Amministrazione di appartenenza per richiedere l’eventuale iscrizione a matricola.  Questo attestato consente la possibilità di richiedere il riconoscimento deiCrediti Formativi Universitari (CFU) presso il proprio Ateneo. Ogni Università procedein piena autonomia al riconoscimento dei CFU attribuibili in relazione ai corsi diformazione frequentati dagli studenti.

 

 

DESTINATARI

  • Funzionari delle Istituzioni di difesa e sicurezza.
  • Funzionari di tutte le amministrazioni dello Stato.
  • Security managers di imprese, esperti di corporate security, risk-management, business intelligence e intelligence privata.
  • Personale di imprese, con particolare riferimento alle infrastrutture critiche e alla cyber-security, all’industria strategica nazionale.
  • Esperti delle università, dei think tank, e del settore privato specializzati in temi attinenti la sicurezza nazionale e internazionale.
  • Decisori politici e loro collaboratori.
  • Operatori dei mass media, addetti stampa delle pubbliche amministrazioni, aziende e organizzazioni non-governative.
  • Giovani laureati, studenti e professionisti interessati ad approfondire la propria conoscenza del mondo dell’intelligence e di temi attinenti la sicurezza nazionale ed internazionale

Il costo del corso è 250 euro + IVA.

 

È previsto uno sconto del 10% per appartenenti agli organismi di Sicurezza Nazionale, alle Forze di Polizia, alle Forze Armate, e per studenti universitari. E’ previsto altresì uno sconto del 10%, non cumulativo, per coloro i quali hanno già partecipato ai nostri precedenti corsi.

 

SCARICA IL PROGRAMMA DETTAGLIATO DEL CORSO

 

SCARICA IL MODULO D’ISCRIZIONE O ISCRIVITI ONLINE

 

 

Per ulteriori informazioni e richieste di partecipazione si prega di contattare:

 

fondazionegermani@gmail.com

 

Cellulare/ WhatsApp: 329-1644904

 

Segreteria: 06-69480308

Commenti chiusi